venerdì 26 gennaio 2018

L'ultimo mistero nazista perduto nel limbo della Zona X


In un'intervista, l'artista Raffaele Della Monica parla di una storia da lui illustrata, ma mai completata, nel 1989, per Sergio Bonelli Editore: scritta da Pier Carpi, la storia era ambientata durante la Seconda Guerra Mondiale, aveva come protagonista una spia alleata, e godeva di una trama che racchiudeva l'occultismo, Aleister Crowley e i nazisti alla ricerca del Graal (o, in altre parole, una summa  di un filone narrativo ormai ben codificato nella produzione fantastico-mysteriosa).

Per i lettori di Martin Mystère, abituati alla narrazione labirintica di Alfredo Castelli, che amava inserire connessioni e rimandi tra gli albi che stava supervisionando, un simile sommario non può che richiamare alla memoria due corposi albi "Bis" della serie, dove simili eventi venivano tangenzialmente riepilogati, con una ricchezza inusitata di dettagli, lasciando al lettore la sensazione che altrove stesse avendo luogo una grandiosa avventura di cui era all'oscuro. Vale la pena di riesaminare questi due albi, per vedere cosa hanno davvero in comune con la citata storia mai completata (per il periodico Zona X?) di Pier Carpi e Dalla Monica.

Ne L'ultimo mistero (Martin Mystère n. 127 bis), durante la Seconda Guerra Mondiale, un esperto di esoterismo dei servizi segreti britannici convince il primo ministro Winston Churchill a prendere contatto con il controverso esoterista Aleister Crowley per contrastare il potere del malvagio mago 'nero' Arbogast, il quale combatte per i nazisti ed è consigliere di Adolf Hitler per la caccia agli oggetti e ai luoghi mistici di potere su tutto il globo (da Agarthi all'Arca dell'Alleanza al Martello di Thor). Pur trovando ripugnante la propria soluzione, Crowley suggerisce a Churchill di rivolgersi al sinistro Algernon Mabus, uno stregone ben noto ai fan di Martin Mystère e di Dylan Dog. Ed effettivamente Mabus riesce a uccidere Arbogast a distanza, tramite un raccapricciante attacco necromantico .
 
Ne Il ritorno di Jaspar (Martin Mystère n. 139 bis), il malvagio "Grande Vecchio" che desidera scatenare l'Apocalisse, parla di Arbogast come del "consigliere del nostro uomo", cioè dell'Anticristo degli anni 1940. Vista l'epoca storica a cui si riferisce il dialogo, si è spinti a credere che tale "uomo" sia Adolf Hitler, ma la narrazione a questo proposito cambia idea, spiegando che si tratta invece di una persona molto vicina a Hitler, e capace di manipolarlo come un burattino, pur non essendo lo stesso Arbogast: alla fine, l'identità dell'Anticristo non viene rivelata. (Per la cronaca, la successiva reincarnazione di quest'uomo destinato a innescare l'Apocalisse è tale Kalid/Khaled, nato a Raqqa nel 1962, e ucciso in Vaticano da Jaspar Jones nel 1993). 

Tornando alle poche informazioni fornite da Raffaele Della Monica, si può quindi ipotizzare che la spia alleata del racconto di Pier Carpi fosse anche l'esperto di esoterismo dei servizi segreti britannici che persuase Churchill a ricorrere all'occultismo per combattere la magia nera al servizio dei Nazisti.
E, soprattutto, si comprende il significato della figura di Arbogast nei generosi flashback narrativi dei due albi Bis appena citati: pur essendo fortemente connotato e protagonista di una fine assai truculenta e dettagliata, il negromante svolge infatti un ruolo curiosamente poco importante ai fini della trama dei due albi, in quanto non rientra in scena dopo essere stato annientato, e non compie azioni determinanti per influenzare il presente, nel bene o nel male; che motivo c'era per creare una simile "sottotrama" con un personaggio così ben definito, ma che non porta alcun frutto?
La nostra risposta è quella ipotizzata sin dall'inizio, e cioè che si tratti non di una sottotrama, ma di una connessione a una storia "perduta" dell'universo mysteriano, nella quale Nazisti e Alleati si sono scontrati in una truculenta battaglia magica che ha messo in scena due terribili negromanti (unu dei quali è Mabus, con conseguente connessione all'universo di Dylan Dog), e ha visto persone "normali" su entrambi i fronti lottare per conseguire una vittoria anche sul fronte occulto.
Una storia che purtroppo non leggeremo mai.


martedì 9 gennaio 2018

GaL #51 - Post-Human Precursor


Get A Life (the fancomic miniseries NOT presented by Martin Mystère) presents Post-Human Precursor in English.

Who is the mysterious sir Jet Minx, and why is he so interested in picking up the legacy of the lamented professor Aldrige (and Mister Jinx's machinations)?

What is the link between the Silicon Valley companies which subscribe the transhumanism cyber-doctrine, and the Event Horizon which hosts the souls of the dead?



For the first time, art by .
English edits by Joe Teanby.
Story & lettering by Franco Villa.

Want more? Here is the Get a Life! episode index.

In this issue: La vita segreta di Diana Lombard (Martin Mystère nn.164-165), "Mister Jinx ritorna!" (Almanacco del Mistero 2002), I giorni dell'incubo, Operazione Dorian Gray (Martin Mystere nn. 62-63-64), Nathan Never , cybernetic immortality, transhumanism, Isaac Asimov, Julian Huxley, Brave New World, Thanathonauts, Afterlife, Hereafter, Dreamworld, Second Life, avatars, reincarnation, resurrection.

martedì 26 dicembre 2017

GaL #50 - The Pyramids' Other Secret (6)


Get A Life (the fancomic miniseries NOT presented by Martin Mystère) presents The Pyramids' Other Secret (6) in English.

The final act brings a reckoning! Is there a way to stop the Men in Black from destroying once again a technological testament from a past unknown to everyone, and which could change history as we know it?

But, even if this were to come to pass, the true question is: who would care, in a society such as the modern one, controlled by those same Men In Black 2.0?

The question will soon become moot: although already vanquished, the Charred Man has set in motion the final gambit, activating the Giza machinery in order to unleash a planet-wide disaster!




English edits by Joe Teanby.
Story & lettering by Franco Villa.

Want more? Here is the Get a Life! episode index.

In this issue: Men in Black, philosophy of the Men In Black, technology of Atlantis and Mu, Giza pyramid in Egypt, Atlantis' depots of radioactive waste, Marrabecca, spetznaz, special operation soldiers, Z Stone, Al-Azisa, ozonosphere, oxygen, ozone, atmosphere, ultraviolet rays, internet, social trends, technology addiction, decaying society.

martedì 19 dicembre 2017

Get a Life n. 51 - Precursore post-umano


Get A Life, la serie NON presentata da Martin Mystère, presenta l'episodio n. 51, Precursore post-umano.

Chi è il misterioso sir Jet Minx, e perchè è interessato a raccogliere l'eredità del compianto professor Aldridge (e dei maneggi di Mister Jinx)?

Che cosa accomuna le aziende della Silicon Valley che seguono la dottrina cibernetica del transumanesimo e l'Orizzonte degli Eventi che ospita le anime dei defunti?




Per la prima volta, arte di Heitor Fraga.
Storia e lettering di Franco Villa.
Supervisione di Luca Salvadei e Cristian Di Biase.

Tutti gli altri episodi e l'arte extra qui: indice della serie Get A Life.

In questo episodio parliamo di: bitcon, California, transumanesimo, robotica, genetica, cibernetica, reincarnazione, aldilà, oltretomba, mondo del sogno, robot, androidi, intelligenze artificiali, reti neurali, "Mister Jinx ritorna!" (Almanacco del Mistero 2002), La vita segreta di Diana Lombard (Martin Mystère nn.164-165), immortalità.

sabato 16 dicembre 2017

Studi di personaggi: Spetznaz Guardian e Sir Jet Minx

Get A Life, la serie NON presentata da Martin Mystère, presenta due studi di personaggi.


Lo "Spetznaz Guardian" è comparso ne Il segreto delle Piramidi (Parte 6).

Arte di Alejo Curuchet.










L'enigmatico "criminale" Sir Jet Minx comparirà invece nell'episodio n. 51, Precursore Post-Umano, di prossima pubblicazione online.

Per la prima volte, arte di Heitor Fraga.

 

giovedì 7 dicembre 2017

Get a Life n. 50 - L'altro segreto delle Piramidi (6)


Get A Life, la serie NON presentata da Martin Mystère, presenta l'arco finale dell'episodio n. 50, L'altro segreto delle Piramidi (6).
E' arrivato il momento della resa dei conti: c'è modo di impedire agli Uomini In Nero di distruggere ancora una volta una testimonianza tecnologica di un passato nascosto, capace di cambiare la storia come la conosciamo?
Ma anche se ciò accadesse, la vera domanda è: a chi importerebbe, in una società come quella attuale, controllata proprio dagli Uomini In Nero 2.0?
Questioni che diventano presto accademiche: seppur fisicamente annientato, l'Uomo Carbonizzato non ha ancora finito di tramare, e i macchinari atlantidei di Giza si attivano per scatenare un ultimo disastro di portata planetaria!

 

Arte di Alejo Curuchet.
Storia e lettering di Franco Villa.
Supervisione di Luca Salvadei e Cristian Di Biase.

Tutti gli altri episodi e l'arte extra qui: indice della serie Get A Life.







In questo episodio parliamo di: Uomini In Nero, Filosofia degli Uomini In Nero, tecnologia di Atlantide e Mu, piramide di Giza in Egitto, depositi di scorie radioattive di Atlantide, la Marrabecca, spetznaz, Esagoni, Pietra Zeta, Al-Zisa, ozonosfera, ossigeno, atmosfera, raggi ultravioletti, internet, mode sociali, dipendenza dalla tecnologia, società in declino.